"Merce non in saldo"

 di Valentina Spezzani Twitter:  articolo letto 533 volte

“Non è facile comprare giocatori del Sassuolo”, lo aveva detto Paolo Cannavaro qualche giorno fa, anticipando di fatto le parole dell’ad neroverde Giovanni Carnevali che, in occasione della presentazione di Mister Bucchi, ha ribadito come il club emiliano abbia i conti a posto e nessun bisogno di vendere, tantomeno di svendere. Questo non significa certo che nessun big partirà, esiste anche la volontà dei giocatori ed è controproducente per il gruppo trattenere chi ha altre ambizioni, ma sicuramente chi vuole far spesa in Emilia, dovrà sborsare. Non c'è quindi da stupirsi se, al momento, l'unico ad aver fatto le valigie è Di Francesco, per il resto organico al completo.

Francesco Acerbi ha dichiarato senza mezzi termini di voler partire ma ad oggi non sono arrivate offerte adeguate, servono 15 milioni per averlo, gli 8 del Galatasaray sono stati rifiutati. Il Leone della retroguardia neroverde deve sperare che Monchi incassi dalla cessione di Manolas allo Zenit (si parla di 30-35 milioni) e decida di ridare ad Eusebio uno dei suoi prediletti, col vantaggio di abbassare il monte ingaggi e tenersi in tasca una buona parte del gruzzoletto derivante dalla vendita del difensore greco; in alternativa per Ace potrebbe esserci la Sampdoria, ma è davvero un salto di qualità?

La questione Berardi è diversa, acquistarlo per i giallorossi vorrebbe dire spendere praticamente tutto il ricavato dall’operazione Salah e nella capitale non sono poi così convinti di farlo, ci sono esterni stranieri a buon mercato, certo Mimmo è un altro cosa, vedremo se Di Francesco riuscirà a convincerne i suoi nuovi compagni di lavoro.

Su Defrel tutto tace, una seconda parte di stagione giocata col contagocce non aiuta. Politano piace alla Fiorentina per il dopo Bernardeschi, ma se dovesse partire il 25 a lui spetterebbe un ruolo da titolare fisso nel 4-3-3 di Bucchi.

Insomma per ora l’unico certo di ascoltare la musichetta della Champions League l'anno prossimo è Lorenzo Pellegrini che, meritatamente, tornerà nella sua Roma. Per gli altri work in progress perché gli sconti iniziano a Sassuolo, ma non al Sassuolo, se qualcuno cerca i neroverdi li trova al reparto “merce non in saldo”.