LIVE: presentazione Traorè e Caputo

13.07.2019 12:25 di Valentina Spezzani Twitter:    Vedi letture

Dopo la presentazione di Toljan e Sala, il Mapei Football Center si prepara ad accogliere altri due nuovi neroverdi: Junior Traorè e Francesco Caputo. A breve le loro parole live. Stay tuned!!

Giovanni Rossi: "Traorè e Caputo vengono dall'Empoli, è stata una trattativa lunga perchè c'erano molte squadre su di loro. Siamo orgogliosi di poterli presentare. Ciccio ha fatto 16 gol lo scorso anno, è stato uno dei migliori attaccanti italiani in serie A, Junior ha fatto una seconda metà di campionato impressionante. Daranno una mano alla squadra e sono in linea con la nostra politica, sono giocatori interessanti e ragazzi con uno spessore umano che servirà anche nello spogliatoio. Siamo alla vigilia del ritiro e siamo contenti di aver già messo a disposizione dell'allenatore questi ragazzi. Caputo è a titolo definitivo, Traorè prestito biennale con obbligo di riscatto, Ciccio ha tre anni di contratto, Junior cinque. A che punto è il nostro mercato? Bella domanda, credo che siamo a buon punto, abbiamo individuato i ruoli principali per migliorare la rosa, manca ancora qualcosina e cercheremo di fare tutto nel più breve tempo possibile per dare la squadra all'allenatore al più presto perchè crediamo che questo sia un requisito fondamentale per la creazione di un gruppo e di una mentalità. Le uscite? Su Babacar ci sono degli interessamenti che devono soddisfare chi compra, chi vende e il giocatore, vedremo se si troverà un accordo".

Caputo: "Volevo ringraziare la proprietà, il direttore Carnevali, che conosco dai tempi del Bari, il direttore Rossi e Mister De Zerbi che mi ha voluto fortemente e chiamato tante volte in questo periodo. Il mio ex allenatore è andato al Genoa e mi voleva là, avevo tante squadre che mi hanno cercato, ma la mia priorità era il Sassuolo e ho sempre cercato di indirizzare la trattativa in questo senso, E' stata una trattativa lunga ma mi metterò a disposizione del mister per dare il mio aiuto sia in campo che fuori dal campo".

Traorè: "Ringrazio la società per questa opportunità e sono contento di essere qua. Sassuolo è una societ importante, con giocatori forti, io sono qua per dare il mio contributo e dare il massimo. Chi mi conosce sa le mie caratteristiche, mi metterò a disposizione del mister, deciderà lui dove mettermi e come farmi giocare. Il Sassuolo è una bella squadra, che gioca a calcio, palleggia bene, ha un gioco offensivo, è una squadra forte e sono contento di farne parte. Ho scelto il Sassuolo perchè mi ha voluto fortemente, è una squadra giovane, ambiziosa, che gioca bene a calcio".

Caputo: "Io il centravanti che il Sassuolo non aveva? L'anno scorso ho fatto un grande campionato a livello personale, per certi varsi poteva andare anche meglio. Sono qua per mettermi a disposizione, per crescere e cercheremo tutti insieme di toglierci delle soddisfazioni. Mister De Zerbi lo seguo da anni, mi voleva con sè già a Foggia. Le sue idee di calcio si avvicinano a quelle di Andreazzoli, quindi credo di inserirmi in un contesto che conosco. I ruoli d'attacco li ho fatto tutti, non mi spaventa niente, sono contento di essere qua, non vedo l'ora di iniziare. Il primo obiettivo di squadre del nostro livello è la salvezza, poi la società è ambiziosa, io anche, vedremo, se le cose andranno nel verso giusto nel campionato, non ci porremo limiti".

Giovanni Rossi: "Ostacoli nel portare i giocatori in una piccola città come Sassuolo? Io sono molto orgoglioso della crescita esponenziale di questa società che ad oggi, grazie alla famiglia Squinzi, ha uno stadio di proprietà, un centro sportivo, e riesce a convincere giocatori del Chelsea, del Barcellona, del Borussia Dortmund o giocatori ambiti come Caputo e Traorè a indossare la maglia del Sassuolo. Vuol dire che quanto è stato fatto viene riconosciuto ed è motivo di vanto".

Caputo: "Stadio di proprietà, centro sportivo e ambizione rendono il Sassuolo una delle migliori società di serie A. Poi se la società ti vuole, l'allenatore anche, allora la scelta è più facile. Se ho chiesto a Masucci e Troiano del Sassuolo? Siamo stati in vacanza insieme e mi hanno detto tutto del Sassuolo e della sua crescita e quando hanno saputo che sarei potuto arrivare qua, sono stati contentissimi. Mi hanno fatto contattare da Magnanelli e si è creata una bella simpatia, fa piacere".

Giovanni Rossi: "Sinergie con la Juve? Adesso si è creata una situazione per cui dietro a ogni giocatore che prendiamo c'è la Juventus. Abbiamo buoni rapporti, come li abbiamo con tutti, perchè vuol dire che quello che stiamo facendo viene riconosciuto, l'importante è avere giocatori forti, poi le dicerie è difficile fermarle. Le ultime due cessioni importanti il Sassuolo le ha fatte l'Inter, abbiamo preso tanti giocatori dalla Roma, nel momento in cui c'è di mezzo la Juve le cose vengono rimarcate, il resto viene sempre sottolineato meno. Credo che comunque nel calcio i rapporti facciano la differenza".

**riproduzione riservata