LIVE: De Zerbi pre Sassuolo-Sampdoria

31.08.2019 12:55 di Valentina Spezzani Twitter:    Vedi letture

Dopo la sconfitta di Torino, il Sassuolo ospita la Sampdoria di Di Francesco nella seconda giornata di campionato. A breve le parole di mister De Zerbi alla vigilia del match. Stay tuned!

"Spero sia un weekend bello, abbiamo una partita difficile, contro una squadra che ha perso ma ha valori e sa giocare. Dobbiamo prendere quanto di buono fatto a Torino, capendo quel che abbiamo sbagliato. Ho rivisto la partita e credo che l'analisi fatta a caldo sia stata giusta, siamo stati timidi nel primo tempo e abbiamo perso tanto nel gioco aereo, in cui loro sono molto bravi. Non abbiamo sofferto grandissime cose, abbiamo subito qualche contropiede nella ripresa, ma ci sta per una squadra che vuole ribaltare il risultato. Non so se il termine timidezza sia giusto, ma quando arrivi sulla trequarti pulito, palla a terra, con giocatori di qualità, qualcosa in più devi fare. L'azione del gol di Caputo dimostro la qualità della squadra, mi aspetto che cresciamo in cattiveria e convinzione negli ultimi 30 metri".

Sui nuovi arrivi: "Defrel e Chiriches sono di livello molto alto, la squadra è molto forte, dobbiamo chiaramente trovare la quadra, io non sono quello che adatta i giocatori a sè stesso, cerco di adattare le idee ai giocatori, quindi la prossima settimana inizieremo a lavorare su qualcosa di diverso. Vedremo se prenderemo qualcosa sulla sinistra al posto di Rogerio e ci sarà qualche uscita perchè numericamente siamo troppi. In base al terzino che arriverà, vi dirò cosa possiamo fare, non ho paura ad alzare l'asticella. Migliorare l'undicesimo posto dello scorso anno, anche se le avversarie si sono rinforzate, potrebbe essere un obiettivo, vediamo come ci plasmiamo. Ma non ho paura ad alzare l'asticella, preferisco affogare nell'oceano che nella vasca da bagno. Dovremo anche capire che campionato sarà, le prime immagini dicono che è più difficile dell'anno scorso, ma anche noi ci siamo rinforzati".

Su Duncan: "Sta bene, è a disposizione per giocare, non so dall'inizio o se a partita in corso, è un rientro importante. Bourabia è un po' acciaccato, Magnanelli non rientra, ma a centrocampo abbiamo tante alternative con caratteristiche diverse ma di uguale qualità".

Sulle parole di Magnani, che ha detto che Corini per ora gli è sembrato molto diverso da De Zerbi e spera rimanga tale: "Mi spiace perchè ai giocatori mi lego tanto, Magnani compreso, lui sa bene il motivo per il quale non è stato confermato da me, lo sanno tutti, gli auguro il meglio e spero faccia un gran campionato, tra l'altro gioca nella squadra della mia società e per cui tifo".

Su Defrel: "L'idea di riportarlo qui è nata a ferragosto, in una telefonata tra me e la società è uscito il suo nome, poi lui ha voluto fortemente venire qui. Sono contento del suo arrivo e di quello di Chiriches perchè alzano il sogno, l'entusiasmo di potercela giocare con tutti, ancora più dell'anno scorso, perchè sono giocatori di livello altissimo che arrivano in un contesto che già funziona. Il Sassuolo un ripiego per Defrel? Non credo, parliamo sempre di alzare l'asticella, di migliorare l'undicesimo posto, ma questo passa dalla qualità dei giocatori che è quella che sposta nel calcio. Chiriches, Obiang, Defrel e Berardi sono segnali importanti. Defrel è voluto fortemente venire, noi lo abbiamo fortemente voluto e c'è una competizione altissima in rosa, per cui non credo sia un ripiego, anche perchè ha un'età a cui può dare ancora molto nel calcio".

Sul mercato: "Credo che ci siamo rinforzati in tutti i i reparti. In difesa abbiamo perso la forza fisica di Demiral, ma abbiamo preso Chiriches e recuperato Marlon, per cui siamo migliorati nella qualità di uscita della palla. Abbiamo perso Lirola, che è voluto andare, ma abbiamo preso Toljan e Muldur. A centrocampo abbiamo perso un giocatore strepitoso come Sensi ma sono arrivati Obiang che porta fisicità e Traorè e che ci porterà qualche gol in più. Locatelli ha un anno in più ed è un giocatore più maturo. Davanti abbiamo perso Boateng ma sono arrivati Caputo, che è una certezza e si addice a noi al 100% e Defrel, che ci porta maggiore attacco alla profondità. Per cui la squadra è migliorata rispetto all'anno scorso, che non vuol dire che faremo meglio, perchè a dirlo è sempre il campo, ma bisogna avere il coraggio di dirlo e acquisire la consapevolezza che il livello si è alzato, la società ha fatto un mercato molto importante".

Sul terzino sinistro: "Al 31 agosto chi ha quelli buoni se li tiene, non è facile, ma abbiamo le idee chiare in testa, ad inizio mercato non sapevamo se Rogerio sarebbe rimasto per cui una lista di alternative l'avevamo fatta, abbiamo già contattato qualcuno, cerchiamo un giocatore di qualità".

**riproduzione riservata