LIVE: De Zerbi pre Sassuolo-Cagliari

25.01.2019 13:25 di Valentina Spezzani Twitter:    Vedi letture

Dopo l'ottimo pareggio di San Siro, il Sassuolo cerca la vittoria in casa. Domani alle 15 al Mapei Stadium arriverà il Cagliari. A breve le parole di Roberto De Zerbi alla vigilia del match. Stay tuned!

La notizia di Boateng a Barcellona è stata inaspettata: "Chiaramente non mi ha fatto piacere perchè avevamo puntato tanto su di lui per personalità e per il modo di interpretare quel ruolo, ma abbiamo deciso di accontentarlo perchè era un'opportunità unica, irripetibile per lui, che non gli sarebbe capitata mai più. E' un'operazione positiva per l'immagine di tutto il Sassuolo, ma perdiamo un giocatore importante. Non so se lo sostituiremo, ma da parte mia non tolgo neanche l'1% dell'ambizione, dell'entusiasmo, anzi ne servirà ancora di più, perchè possiamo arrivare ai obiettivi nostri ugualmente. Non è stato tolto niente al progetto iniziale, c'è stato un intoppo ma la voglia di far bene non cambia. Prince era benvoluto nello spogliatoio e quindi i suoi compagni sono felici per lui, che può essere anche da stimolo, perchè arrivare a 32 al Barcellona non è da tutti. Era un leader ma ne abbiamo anche altri, e c'è chi sarà obbligato con la sua assenza a dare di più in termini di personalità e magari si sentirà più libero in campo e fuori".

Cambiamenti nel gioco: "Matri e Babacar sono due giocatori diversi da Boateng, il centravanti può avere diverse caratteristiche, può attaccare la profondità o creare spazi affinchè altri l'attacchino, possiamo anche giocare senza Matri e Boateng e con un altro falso nueve, e possiamo perdere o vincere ugualmente".

La vittoria in casa manca da tanto: "Pesa molto perchè l'avremmo meritata più di una volta. Domani ci aspetta una squadra più o meno del nostro livello, una squadra con prestanza fisica e chili, ma abbiamo le potenzialità per poter vincere. Il Cagliari ha giocatori veloci e forti fisicamente, quando alzano la palla mettono in difficoltà tutti, noi amiamo più giocare palla a terra e qualche problema potremmo averlo, ma ci siamo allenati per limitarli pur portando avanti le nostre idee".

Su Duncan: "Vediamo se giocherà, perchè è un giocatore importante e non dobbiamo rischiare di perderlo. Bourabia e Locatelli hanno fatto bene. Sensi è squalificato e giocherà Magnanelli. Ferrari ha avuto un infortunio a Roma al quale si è aggiunta la squalifica, è stato fermo 20 giorni, ma Peluso e Magnani hanno fatto bene entrambi. Magnani in questi sei mesi ha alternato prestazioni molto positive e a volte non positivissime, è normale paghi lo scotto del cambio di categoria, in un anno è passato dalla C alla A, ma ce lo teniamo strettissimo. Peluso sarei felicissimo rimanesse con me, perchè con Inter e Napoli ha fatto benissimo, non ha fatto bene con l'Atalanta ma nessuno di noi lo ha fatto, compreso me".

Sul mercato: "Demiral e Facundo Ferreyra? Tra i nomi fatti ci sono anche loro ma non mi interessano le trattative, ci pensa la società, siamo a 25 ore dalla partita e io penso a quello".

**riproduzione riservata