LIVE: De Zerbi pre Sassuolo-Bologna

27.10.2018 17:55 di Valentina Spezzani Twitter:  articolo letto 190 volte

Dopo il pareggio di Marassi, il Sassuolo ospita il Bologna nel lunch match di domani. A breve le parole di Roberto De Zerbi nella consueta conferenza stampa della vigilia. Stay tuned!

"C'è voglia di giocare e fare un'altra buona prestazione come quelle recenti, anche se manca la vittoria. Dobbiamo pensare a come arrivarci alla vittoria, non siamo una squadra che può arrivarci senza giocare, dobbiamo pensare a giocare, a divertirci, a fare il tipo di partita che abbiamo provato e che pensiamo possa venir fuori, senza ansia".

Sul Bologna: "So che è una squadra molto esperta, con giocatori forti, di alta qualità, li ho visti contro il Torino e hanno meritato di pareggiare, hanno vinto contro Roma e Udinese, significa che domani è una partita difficile, da giocare col cervello, perchè le squadre che si chiudono e ripartono mettono spesso in difficoltà che vuole fare la partita. Vedremo se siamo più maturi di un mese fa".

Su Boateng: "Viene in panchina, non è pronto per giocare, ma averlo in panchina o per uno spezzone di gara è importante per noi, lo è stato anche avere Peluso dalla settimana scorsa".

Sul modulo del Bologna: "Nel secondo tempo col Torino hanno giocato col 4-3-3, noi siamo pronti a giocare contro squadre che cambiano sistema di gioco, non so come giocheranno, hanno degli infortunati, ma non sono queste le priorità per vincere o perdere una partita, punto sull'attenzione e sulla mentalità giusta per affrontare una partita così pericolosa".

Cosa rivorrebbe vedere di quanto fatto a Genova: "Il coraggio, la voglia di giocare da dietro seguendo un fine, non tanto per metterci l'etichetta di belli, di più credo che non avremmo potuto fare, perchè non siamo ancora una squadra matura da speculare sull'episodio o da capire quando forzare più o meno la gara. Con la Sampdoria siamo stati attenti a non subire gol, a non forzare la giocata. Noi perseguiamo la strada di partire da dietro e può capitare di perder palla, quando miglioreremo avremo vantaggi sia in fase difensiva che offensiva, il palo di Berardi è nato costruendo da dietro".

Boateng e Babacar insieme in campo ancora in futuro? "Può essere, magari anche con Matri se servirà forzare, bisogna vedere da come si mette la partita, ho le idee chiare ma potrei cambiare anche dopo cinque minuti perchè ho giocatori che me lo permettono".

**riproduzione riservata