La presentazione del Boa live

06.07.2018 14:53 di Redazione Tuttosassuolocalcio Twitter:  articolo letto 415 volte

Il Sassuolo ha piazzato il colpo ad effetto prendendo Kevin Boateng. Fra qualche minuto ci sarà la conferenza stampa di presentazione all’interno della seminar room Mapei. Tsc è pronto a darvi le prime parole del neo sassolese.

E' tutto pronto all'appuntamento mancano il giocatore e l'amministratore Giovanni Carnevali. 

Giovanni Carnervali: “Un grande motivo d’orgoglio avere un campione come lui da noi. E’ stato facile raggiungere l’accordo con lui. Arriva dalla vittoria della Coppa di Germania”.

Boateng. “E’ un onore anche per me essere qua in questo club, è stato tutto veloce, ho incontrato il mister e la squadra. Non voglio parlare tanto, ma cominciare a lavorare. Non vedo l’ora di stare sul campo con il Sassuolo. 

E’ un progetto che mi ha fatto impressione, ho parlato tanto con il mister. Mi ha chiamato un paio di volte, devi venire qua, abbiamo fatto un cena, è una società seria e simpatica. E’ una delle più simpatiche della serie A. Non guardo quante persone ci sono allo stadio. E’ una squadra giovane che può essere utile alla mia esperienza”.

Doveva lavorare insieme con De Zerbi in Spagna: “Dovevamo lavorare al Las Palmas, ero triste, lo stimo tantissimo, è una brava persona. Voglio vedere quanto il mister sarà incredibile sul campo. Io sono disponibile a giocare su tanti ruoli”.

Può avere come avversario Cristiano Ronaldo e di certo il suo ex Milan: “E’ una cosa grande ed importante per il calcio italiano, contento di poter giocare contro di lui. Oggi io, domani lui. Il Milan è una squadra nel mio cuore, non posso pensare più cosi, devo segnare anche se farà male. Possiamo fare bene con il Sassuolo, vogliamo fare bene”.

Sui Mondiali: “Ho guardato tutto le partite,  mi sento come un blogger, sono veramente strani. Credo che alla fine vincerà la Francia”.

Per Carnevali come è nata la trattativa: “E’ nata con mister De Zerbi appena ci siamo seduti a tavolino, cominciato a pensare ai rinforzi per il Sassuolo, il mister ha fatto questo primo nome. Da parte nostra si è spalancata una porta. L’accordo con Prince è stato molto veloce, ci sono poche persone come i suoi procuratori”.

Sul desiderio di tornare: “Non c’erano altre squadre, ho parlato solo con De Zerbi”.

Cosa conosceva del Sassuolo: “Sappiamo che gioca sempre un bel calcio, venire qua era sempre difficile. De Zerbi è il miglior allenatore per questa squadra, lui ha la filosofia di tenere sempre palla. Mi hanno detto che qui si mangia bene”.

Sulla posizione in campo: “Io posso giocare da tutte le parti, non ne abbiamo ancora parlato apertamente. In ritiro vedremo dove vuole schierarmi”.

Inserito nella top 11 della Bundesliga: “Il progetto mi ha convinto, io mi sento a casa qua in Italia. C’era la possibilità di vivere vicino a Milano dove c’è la mia famiglia. Fatto un anno perfetto, Europa League e vinto Coppa di Germania. Volevo chiudere in maniera positiva, vado via come campione. SI è chiusa la porta in maniera giusta e perfetta”.

Per Carnevali sul mercato eventuali altri interventi: “La campagna trasferimenti è cominciata da poco, abbiamo le idee chiare su cosa fare. Il primo tassello importante è proprio Prince. Faremo le cose per migliorarci in maniera assoluta”.

Su Berardi: "E' un grande giocatore - dice Boateng- l'ha fatto vedere contro il Milan, non vedo l'ora di stare in mezzo al campo a festeggiare con lui".