Iachini: "Il Napoli ha grandissima qualità"

30.03.2018 12:33 di Valentina Spezzani Twitter:  articolo letto 225 volte

Il Sassuolo è atteso da tre match in una settimana contro Napoli, Chievo e Milan. Si comincia domani alle 18, quando la corazzata di Sarri arriverà al Mapei Stadium: "lI ragazzi si sono allenati bene - le parole di Iachini alla vigilia del match - sappiamo di affrontare una squadra molto forte, a cui Sarri ha dato la sua impronta, una squadra di qualità molto molto alta e un'organizzazione di gioco quasi perfetta. Il Sassuolo dovrà fare una grande partita".

4-3-3 o 3-5-2? "Noi stiamo portando aventi già da diverse settimane alcune soluzioni tattiche, ma quello che non deve cambiare è la mentalità, non possiamo pensare di difenderci tutta la partita, dovremo essere bravi a proporci e a cercare il gol, non si può pensare a uno 0-0, perchè il Napoli ha giocatori che possono segnare in qualunque momento. Con l'Udinese ho fatto delle scelte legate alla settimana che era appena trascorsa, come faccio sempre, ma non sono valutazioni definitive, valuto volta per volta, questa settimana avremo tre partite, per cui dovrò agire di conseguenza, anche se affrontiamo una gara per volta".

Dopo il Napoli, i neroverdi affronteranno il Chievo in uno scontro diretto: "Penserò al Napoli con un occhio alla prossima partita, è ovvio, i ragazzi sanno che devono farsi trovare pronti tutti, sia che partano dall'inizio, sia che subentrino dopo. A parte Letschert, sono tutti a disposizione, abbiamo lavorato bene, tanto e con qualità in questi giorni. Finita la partita col Napoli staremo in ritiro a Sassuolo e inizieremo subito la preparazione per la trasferta col Chievo, ci teniamo a far bene e a curare il dettaglio".

Politano a gennaio è stato vicino al Napoli: "Non ho dovuto dirgli nulla in questi giorni e non gli dirò nulla, è un calciatore del Sassuolo e dovrà fare una grande partita come tutti i compagni, nelle ultime settimane lo sto ritrovando più libero nella testa, è un grande professionista, ha passato qualche settimana un po' così, ma abbiamo avuto qualche colloquio e sa che dovrà terminare bene la stagione per il bene del Sassuolo e anche per mantenere l'interesse delle big a giugno".

Su Mondonico: "Una grande persona, un grande allenatore, faceva sempre i complimenti, avevamo idee di gioco simili, di un calcio intenso, organizzato. Quando allenava l'Atalanta, fece il mio nome come giocatore, non si concretizzò nulla ma ricordo la sua telefonata, la sua stima, sono ricordi che rimangono. Faccio le condoglianze alla sua famiglia, lascerà un grande ricordo".

**riproduzione riservata