Goldaniga: "Dobbiamo voltare pagina subito"

 di Valentina Spezzani Twitter:  articolo letto 186 volte

Domenica il Sassuolo ospiterà il Cagliari al Mapei Stadium, la classifica impone ai neroverdi di fare punti: “Visti gli ultimi risultati negativi, sarà una partita importantissima per noi– conferma Edoardo Goldaniga in conferenza stampa - stiamo cercando di prepararci al meglio. Il Cagliari è forte, ha parecchi giocatori di qualità, soprattutto davanti, dovremo affrontare il match nella giusta maniera”.

Il difensore lombardo è reduce da un turno di squalifica, per cui la disfatta di Torino l'ha vissuta da spettatore: “E' stata una partita negativa sotto tanti punti di vista, se perdere con la Juve è accettabile, perdere 7-0 richiede farsi un esame di coscienza e ce lo siamo fatti. Martedì ci siamo riuniti e sappiamo come va affrontato questo periodo, serve cattiveria e va trasferita in campo. Non è stato bello vedere la partita da casa, la partita si è messa subito sul binario sbagliato, dopo l'1-0 loro hanno avuto strada libera. Sono cose che succedono, speriamo raramente, bisogna voltare pagina subito, senza portarci dietro delle scorie. E' giusto essere incazzati, altrimenti vorrebbe dire non essere interessati al proprio lavoro, ma poi bisogna guardare avanti”.

A dicembre il Sassuolo, sembrava in ripresa, il 2018 è invece iniziato male: “Abbiamo raccolto anche qualche punto in meno rispetto a quanto meritavamo, ad esempio col Genoa il pareggio sarebbe stato giusto, col Torino i tre punti ci stavano. Ora abbiamo partite alla nostra portata, vanno affrontate una alla volta”.

Con Goldaniga in campo la media gol subiti è 1,20, senza di lui è superiore a 2: “E' un dato, cerco di dare quello che ho tutte le partite, fa piacere, ma speriamo di abbassare ancora di più la media”. Dopo la sconfitta di Torino, Lemos ha subito critiche pesanti: “Ha avuto poco tempo per allenarsi con noi, non è facile ambientarsi nel campionato italiano che è il più difficile e il più tattico, capisco le problematiche che può avere, cercheremo tutti di farlo integrare nel nostro gruppo e col nostro modo di giocare, è un calciatore valido, che ha presenze nella sua nazionale, cercheremo di fare in modo che impari al più presto l'italiano e capisca al meglio le indicazioni del mister”.

**riproduzione riservata