Esclusiva TSC: Pomini ci scrive e saluta Sassuolo

 di Valentina Spezzani Twitter:  articolo letto 2326 volte

"SASSUOLO. Sassuolo è stato per 13 anni la mia casa, sono arrivato che ero un ragazzino e mi ha accolto, coccolato e cresciuto, mi ha bastonato, mi ha apprezzato e insieme abbiamo raggiunto posti inimmaginabili per chi come me ha visto cos'era in principio. Ci siamo aiutati a vicenda, quando io avevo bisogno lui c'è sempre stato, quando era in difficoltà io ho sempre dato il massimo per farlo crescere. Dopo 13 anni devo dire che abbiamo fatto insieme un lavoro stupendo: Sassuolo in Europa con le grandi del calcio, Pomini con una famiglia splendida al proprio fianco. Sassuolo con diecimila tifosi allo stadio, Pomini con un'infinità di amicizie vere e sincere da portare per sempre nel cuore. Ebbene sì, Sassuolo sarà per noi sempre la nostra casa, le mie figlie avranno sempre un posticino nel loro cuore dipinto di neroverde. Sono sincero, avrei voluto finisse in un altro modo, avrei voluto che la mia carriera finisse insieme a tutti voi, ma a volte nella vita non sempre quello che si vuole si realizza e a volte anche chi ami ti volta le spalle e passi il tempo a chiederti il perché...ma questo non è il momento e preferisco dar spazio alle emozioni vere e sincere che ho passato con tutti voi, da chi mi ha apprezzato a chi neanche conosce la mia storia. Vorrei solo dire un grazie a tutti per quello che mi avete dato, per avermi sostenuto, per avermi fatto gioire. Quello che avete visto di me e tutto ciò che sono, magari schivo, un po' introverso, ma sempre sincero e leale e spero che abbiate anche voi un piccolo posto per ricordarmi con affetto e sincerità. Posso dire solo due cose: GRAZIE e FORZA SASOL!". Alberto Pomini

** Riproduzione riservata