De Zerbi: "Stasera bene, ora dobbiamo migliorare contro le squadre al nostro livello"

02.03.2019 20:47 di Valentina Spezzani Twitter:    Vedi letture

I numeri dicono che il Sassuolo è stato superiore al Milan: “Abbiamo preso un gol stupido, abbiamo fato due tocchi noi dentro l'area, Locatelli l'ha spizzata per Lirola, e la partita è diventata più complicata per noi – commenta De Zerbi in sala stampa a San Siro - Questa è una partita che se non si capisce chi si è, si legge male, se pensi che lotti per traguardi ambiziosi vai via arrabbiato, se pensi che avevi dei '97 e dei '98 in campo, allora sei orgoglioso. Noi sappiamo fare queste partite qua, dobbiamo riuscire a migliorare in quelle sporche come quelle contro Empoli e Spal, e questo passa per giocatori, allenatore, staff tecnico e società. Qua è facile giocare, bisogna farlo contro chi non ti concede di far partite pulite e lì veniamo meno sempre, da qui passa la possibilità per ambire all'Europa nei prossimi anni, ma non pensiamo al prossimo anno finchè non siamo salvi matematicamente, che non è una cosa da poco”.

Sul Milan: “A me il Milan sta simpatico, perchè io nasco qua, secondo me oggi il Milan era un po' stanco per le tante partite giocate e poi si giocava il terzo posto. Di fronte si è trovato una squadra che con coraggio e personalità ha costretto giocatori di qualità a correre dietro agli altri. Ma il Milan gioca bene e sta facendo un risultato strepitoso”.

Sull'inferiorità numerica: “In dieci ho preferito togliere un centrocampista e non un esterno o un attaccante, perchè volevo spostare il meno possibile, dovevamo avere più pazienza, non forzare il passaggio, quando lo abbiamo fatto siamo riusciti a dare continuità di fase offensiva anche in dieci”.

Su Boga: “E' un talento, un anarchico, a cui madre natura e sua madre hanno dato un talento pazzesco, deve migliorare nel diventare determinante in gol e assist, se lo farà diventerà un giocatore anche da Milan”.

Sulla prossima partita: “Il Napoli è un'altra squadra che gioca a calcio e ti concede di giocare, io credo che non sbaglieremo partita, io non dormo la notte quando affrontiamo squadre di livello nostro, quando incontriamo squadre di livello superiore difficilmente sbagliamo”.

**riproduzione riservata