De Zerbi: "Potevamo raccogliere qualcosa in più"

 di Valentina Spezzani Twitter:  articolo letto 191 volte

Il Benevento esce dal Mapei Stadium con il suo primo punto in trasferta della stagione: “La legge dei grandi numeri c'è ma non per il punto preso, ma perchè meritavamo qualcosina in più e usciamo con qualcosina in meno per occasioni create e occasioni concesse – dice Roberto De Zerbi in sala stampa - la soddisfazione per il punto in trasferta viene offuscata dal fatto che potevamo prenderne tre”.

Sulla partita: “Affrontavamo una squadra in salute che ha messo in difficoltà Napoli e Milan, quantomeno nel risultato, e non abbiamo trovato grandi difficoltà, ma arriviamo a concretizzare con poca continuità e poca convinzione. Questa è una stagione nata non benissimo, mi sarebbe piaciuto partire a metà luglio con questa squadra, perchè vedo delle qualità e dei valori nei singoli”.

Sul bomber di giornata: “Diabatè in area di rigore è un fuoriclasse, non è un giocatore da ultime posizioni in classifica perchè vengono esaltate meno le sue qualità di cecchino d'area di rigore, ce lo teniamo ben stretto, prima di lui sbagliavamo molti più gol”.

Sull'assetto tattico: “La posizione di Iemmello e Djuricic? L'ho fatto per adattarmi a come gioca il Sassuolo, Iemmello in quella posizione non ha mai giocato, ma sa stare bene in campo, la palla persa sul secondo gol è responsabilità mia perchè chiedo sempre di giocare. Quello che vorrei facessimo con più precisione sono dei passaggi facili che facciamo con troppa superficialità e che consentirebbero uno sviluppo più veloce e fluido”.

**riproduzione riservata