De Zerbi: "Più dispiaciuto che arrabbiato, ottimo secondo tempo"

24.11.2019 18:12 di Valentina Spezzani Twitter:    Vedi letture

De Zerbi al termine del match è andato subito a parlare con Chiffi, questa la sua spiegazione: "All'arbitro ho detto che con lui sono sfortunato, perchè diverse volte ci sono state azioni discutibili, nell'azione del gol io vedo un fallo su Magnanelli e poi vorrei rivedere la gomitata presa da Boga, non so se ci stesse con la dinamica del corpo o fosse da cartellino rosso".

Sulla partita: "Questa sconfitta brucia, sono più dispiaciuto che arrabbiato, e sono soddisfatto del secondo tempo, del coraggio, della qualità del gioco, una delle migliori prestazioni dell'anno, del fatto che stia uscendo la qualità di qualche giocatore, mi riferisco a Toljan. Nel primo tempo siamo stati forse un po' timidi, con e senza palla, ma ci sta per l'avversario che avevamo davanti. Ma abbiamo spinto fino alla fine, creando occasioni come quella di Toljan, che se avesse servito dietro Caputo sarebbe stato gol, e episodi come quello di Locatelli o di Boga...abbiamo cercato di giocare per arrivare al tiro in porta, e abbiamo mancato un po' nella rifinitura"

Sul passaggio al 3-5-2: "La scelta è stata obbligata, Locatelli ha fatto 82' in Under 21 con l'Armenia, Djuricic non ha ancora i 90', perchè è rientrato tardi e spende tanto, non ha la gestione delle forze. Mettere subito Raspadori a fare la fascia, in un ruolo non congeniale a lui non mi sembrava opportuni. La soluzione più consona rispetto ai giocatori che avevo a disposizione, anche considerando i giocatori avversari, secondo me era il 3-5-2".

Nel finale al  Sassuolo è mancata un po' di malizia: «Noi non siamo una squadra furba, sgamata, abbiamo altre qualità, quella no, dobbiamo capire che in certi casi non è mancare di fair play, ma essere giocatori al 100%".

In serie A grande spazio agli allenatori giovani: "Fino all'arrivo di Thiago Motta ero io il più giovane da quattro anni, adesso sono il secondo – scherza De Zerbi - ma non sono mai d'accordo della distinzione tra giovani e vecchi, perchè ci sono persone grandi di età che sono giovani per idee ed entusiasmo. Io spero di finire nella classifica dei bravi, non dei giovani o dei vecchi".