De Zerbi: "Partita da squadra matura"

14.04.2019 17:56 di Valentina Spezzani Twitter:    Vedi letture

“Mi arrabbio quando non creiamo occasioni, non quando le creiamo e le sbagliamo, anche perchè c'è anche la bravura del portiere avversario da mettere in conto”, commenta De Zerbi dopo il pareggio con il Parma, “Sono preoccupato di come la squadra esce da questa partita, spero la vedano come l'ho vista io, io ho visto una squadra matura saper gestire la palla contro una squadra che voleva solo ripartire, e questa è una delle insidie maggiori da affrontare. Pur non forzando mai il passaggio e pur avendo creato molto, non abbiamo concesso nulla a loro, i tiri sono 26 a 3. Dobbiamo essere contenti, ieri avevo parlato di identità non a caso, perchè questa era una partita molto pericolosa per l'identità della squadra, se avessimo preso molte ripartenze, forse veniva un po' insidiato il nostro modello, invece abbiamo tenuto botta. Avevo detto ai miei giocatori che questa partita passava dall'accettazione che potesse finire 0-0, altrimenti avremmo rischiato nelle ripartenze”.

Sugli obiettivi stagionali: “La terzultima gioca domani, la distanza non è parecchia, noi dobbiamo arrivare il prima possibile alla salvezza passando da prestazioni come questa. Poi ci sono momenti in cui appena tocchi palla fai gol, altri in cui schiacci l'avversario e non ci riesci, a volte perdi punti presi al 90', noi dobbiamo adattarci, mantenendo la consapevolezza della nostra identità”.

Al Sassuolo manca il bomber vero: “Io sono contento degli attaccanti e ho e ad oggi non farei cambio con nessuno, mi tengo i miei perchè mi hanno portato a 37 punti, mi seguono e sono brave persone, non guardo in casa degli altri, se i miei giocatori dicessero che farebbe loro piacere avere altri allenatori, mi darebbe fastidio, per cui non sbaglio io per primo”.

**riproduzione riservata