C'era una volta il gol...

 di Valentina Spezzani Twitter:  articolo letto 403 volte

Cambiano gli allenatori, i giocatori, ma la storia del Sassuolo in Serie A rimane la stessa: contro le squadre che si chiudono i neroverdi non riescono a vincere. Anche negli anni in cui gli emiliani erano capaci di battere il Milan, l'Inter e persino la Juventus, a metterli in difficoltà sono sempre state le "picoole" che puntavano allo 0-0. Ieri in conferenza stampa Lopez aveva annunciato la presenza in campo di Pavoletti, in realtà non è stato così, il Cagliari si è presentato al Mapei Stadium in un 5-3-1-1 che nel finale si è trasformato in un 10-0, lasciando Consigli a fare lo spettatore, se non per due interventi al 73' e al 91' su un tiro da centrocampo di Barella. Questa non può certamente essere una scusante per il Sassuolo, incapace di affondare il colpo con il tridente Berardi-Babacar-Politano prima e poi con l'ingresso di Matri e Ragusa. Anche il centrocampo è stato poco incisivo, con Duncan  che piuttosto che provare il tiro dalla distanza, consegnava la palla all'avversario, tanto per fare un esempio. A fare il suo oggi è stata la difesa, che comunque non ha dovuto sudare troppo per evitare il gol, vista la poco voglia dei rossoblù di farlo. Insomma, i neroverdi volevano vincere e non ce l'hanno fatta, il Cagliari voleva pareggiare e torna in Sardegna contento. La strada per la salvezza è lunga e tortuosa.