Bucchi: "Mercato? Mantenere è più importante che comprare"

 di Valentina Spezzani Twitter:  articolo letto 259 volte

Primo workshop per il nuovo mister Cristian Bucchi, che ha da pochi giorni iniziato a lavorare sul campo col Sassuolo: "Le sensazioni sono positive, ho iniziato da poco, è il momento di conoscerci. L'entusiasmo deve essere alla base del lavoro, ci sono tante novità e credo possano essere stimolanti"".

Sul rinnovo inaspettato di Acerbi: "Sono contento, grande gesto della società e del calciatore che ha scelto di continuare con noi".

Il valore aggiunto della squadra emiliana è sicuramente il Capitano: "Di Magnanelli non posso dirvi niente che non sappiate già, al di là delle qualità del calciatore, quello che arriva è lo spessore della persona, non a caso è il nostro capitano ed è il simbolo e l'esempio migliore che si possa avere in uno spogliatoio".

Squinzi dice che prima o poi il Sassuolo in Champions League ci deve arrivare: "Fa parte dell'ambizione della nostra proprietà, è normale che bisogna fare un percorso, che la società ha iniziato da anni, di crescita, c'è una grande volontà, lo dimostra anche la costruzione del centro sportivo".

Sul mercato: "Noi siamo una rosa omogenea, con tanti giocatori validi e di qualità, sono rientrati dai prestiti elementi come Falcinelli e Ferrari, credo che sia necessario mantenere più che comprare. Se dovesse essere così, considerando anche i rinnovi dei giocatori qui da anni, credo ci sarà tutto quello che serve per rendere questa stagione interessante e positiva".

** riproduzione riservata