Brignola: "A Napoli per dare il massimo"

04.10.2018 16:00 di Valentina Spezzani Twitter:  articolo letto 172 volte

"Col Milan è stata una partita dura - racconta Enrico Brignola in conferenza stampa - loro hanno dimostrato il loro valore, forse anche perchè noi non abbiamo giocato come sappiamo, ma siamo già pronti per andare a Napoli a fare meglio. Siamo una squadra giovane, ma abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti. Il Napoli è fortissimo, ieri ha giocato e vinto contro un top club. Loro sono abituati a giocare più partite in una settimana, non credo che questo li condizionerà".

Sulle sue condizioni: "Sto molto bene, sto recuperando perchè sono partito molto in ritardo rispetto agli altri. Qui ci sono molti giocatori da cui posso solo imparare, mi alleno e cerco di dare il meglio quando vengo chiamato in causa. L'anno scorso non sempre mi trovavo bene con la squadra, quest'anno invece ho trovato un gruppo fantastico, i grandi ti fanno capire dove stai sbagliando e ti aiutano. Da piccolo il mio idolo era Robben, ora mi piace molto Suso".

Napoli ha un valore speciale per Brignola: "Mia mamma è di Napoli e mio nonno era un grandissimo tifoso, andavo spesso con lui allo stadio. Domenica mia mamma tiferà per me e per il Sassuolo, sarà felice di essere in uno stadio dove andava spesso col padre".

Sulla sua scelta di venire a Sassuolo: "La mia scelta è stata motivata al 90% dal mister. Io ero in Nazionale, agli Europei, e dovevo scegliere tra Atalanta, Sassuolo e, negli ultimi giorni, anche Udinese. Il mister mi ha chiamato e gli ho detto che in caso di offerta concreta del Sassuolo, io avrei detto subito di sì. L'anno scorso il Mister mi ha visto in Primavera e mi ha dato fiducia e io penso di averla ripagata. E' speciale per il suo modo di essere, mi ha detto subito che avevo delle qualità e avrei solo dovuto impegnarmi, quando mi ha messo in campo la prima volta mi ha solo chiesto di divertirmi".

Sullo scarso impiego in questo inizio stagione: "Nessuno è felice quando non gioca, ma il mio obiettivo è dare il massimo quando vengo chiamato in causa e di allenarmi al meglio per tornare al top".

Sugli obiettivi stagionali: "Sarò contento se il Sassuolo arriva il più in alto possibile. Per l'Azzurro ho due obiettivi: i Mondiali con la Nazionale Under 20 e poi l'Europeo Under 21 in Italia, spero di partecipare a uno dei due e di giocarmela come sempre".

**riproduzione riservata