Al Ricci la presentazione della squadra - Live

01.08.2018 18:58 di Valentina Spezzani Twitter:  articolo letto 468 volte

Tutto pronto al Ricci per la presentazione del Sassuolo Calcio 2018/2019. Tribune piene nell'impianto cittadino, che tra poco vedrà arrivare la prima squadra, lo staff tecnico, il Presidente Carlo Rossi, l'ad Giovanni Carnevali e il ds Giovanni Rossi. A seguire una partita tra i big e la Primavera neroverde. Vi racconteremo live le parole dei protagonisti. Stay tuned!

Ore 19.12 Si comincia. A condurre la serata Marina Presello di Sky. Subito sul palco il Presidente Carlo Rossi e l'assessore allo sport di Sassuolo Giulia Pigoni. "Pensavo che fossero tutti in vacanza, invece siamo in tanti - le parole del Presidente - Vi ringrazio di essere qui. Mi limito a dirvi di starci vicino, è un anno speciale, c'è una mezza rifondazione e spero che Giovanni Rossi e Giovanni Carnevali abbiano centrato gli obiettivi e riescano a darci soddisfazioni in questo sesto anno di Serie A".

L'assessore Pigoni: "Il Sassuolo è un orgoglio per la città Grazie per il radicamento nel territorio e per gli eventi ai quali la società aderisce sempre".

Salgono ora sul palco Remo Morini e il vice Sindaco Mimma Savigni per un riconoscimento alla tifoseria. Premi per il Club Gli Antenati e il Club Sasol: "Sono orgoglioso di premiare chi ci segue ovunque, anche in trasferte molto lunghe, cercheremo di darvi le soddisfazioni che meritate. Questa società sta facendo cose grandissime, sei anni di Serie A sono una cosa straordinaria per Sassuolo, un grazie enorme al Dottor Squinzi perchè senza di lui non avremmo potuto fare calcio a questo livello".

E' il momento di Giovanni Carnevali: "Innanzitutto grazie a tutti voi, il Sassuolo deve andare avanti con voi, è bello essere su questo campo a condividere un momento importante. Ringrazio tutti quelli che ci hanno accompagnati in questi sei anni, dai giocatori ai membri dello staff tecnico. Obiettivi? Dobbiamo essere tutti una grande squadra, dai giocatori, alla società, ai nostri tifosi". Sul settore giovanile: "Crediamo che una squadra come Sassuolo debba avere un settore giovanile di altissima qualità, devo ringraziare Francesco Palmieri che sta facendo un lavoro incredibile, abbiamo vinto il Viareggio l'anno scorso, lo Scudetto e la Supercoppa con la Berretti quest'anno, ma tutte le categorie hanno fatto bene".

Sul campo ora la Berretti Campione d'Italia con il Mister Stefano Morrone: "E' una soddisfazione incredibile, perchè è frutto del percorso di questi ragazzi, che hanno grandi valori morali che rispecchiano questa società. Il merito va condiviso con chi sta dietro le quinte, parla poco e lavora tanto. Il mio passaggio in Primavera? Nel calcio non bisogna mai farmarsi, è un gruppo sano e sono sicuro che quest'anno faremo altrettanto bene".

In rappresentanza della squadra parla Giacomo Raspadori: "E' un grandissimo onore far parte di questa grande famiglia, che ogni anno dimostra di avere grandi ambizioni e voler scalare un grandino in più, è un grande orgoglio correre con questi colori addosso".

Con Giovanni Carnevali salgono sul palco Giovanni Rossi e Roberto De Zerbi: "Obiettivo stagionale? Fare bene arrivando al massimo delle nostre potenzialità - le parole dell'ad - la Serie A è difficile ma se tutti diamo il massimo e usciamo dal campo stremati, allora vuol dire che quello era il risultato che dovevamo ottenere. La campagna abbonamenti? Stiamo andando bene, quindi grazie e spero che si possa continuare perchè abbiamo bisogno del vostro sostegno".

Pronti a fermare CR7: "Innanzitutto ci tengo a salutare tutti, è un piacere e un onore essere tornato - dice Giovanni Rossi - fermare CR7? Il Sassuolo ha sempre avuto la voglia di stupire, la Serie A è difficile, ma lavorando, esprimendo il nostro gioco, si possono raggiungere risultati importantissmi".

La parola a Mister De Zerbi: "Il Sassuolo ha scelto me, e ringrazio. Per me e il mio staff è un onore essere qua, da qui sono passati tanti allenatori importanti, porterò il lavoro, la serietà, la dedizione. Sono qua da neanche un mese ma mi sembra di esser qua da tanto, quando si parla di Sassuolo come ambiente famigliare è vero, è così. Quanto abbiamo lavorato in ritiro? Il giusto per conoscerci a vicenda. Adesso continuiamo il lavoro a casa nostra, cercando di arrivare pronti alla prima giornata, perchè non manca tanto".

Giovanni Carnevali: "Il mercato? Aspettiamo Brignola, che abbiamo definito proprio oggi".

E' il momento dell'arrivo sul palco della squadra e dello staff tecnico al completo, e poi massaggiatori, magazzinieri...e poi Paolo Fulgenzi, in rappresentanza di Kappa. 

Entrano le nuove maglie: Pegolo e Consigli indossano quelle dei portieri, una blu Mapei e una color Tiffany; con la terza maglia Ferrari, in giallo con scritta blu; con la seconda maglia Boateng, qui la tinta è bianca con pantaloncini verdi; e poi la prima, addosso a Capitan Magnanelli, rigorosamente neroverde ma sfumata in nero.  

La parola a Capitan Magnanelli: "Innanzitutto grazie di essere qui. E' un anno un po' rivoluzionario, ci saranno nuove linee guida e noi dovremo essere bravi a prendere la strada giusta fin da subito".

Parla Boateng: "Volevo lavorare con De Zerbi già da due anni, lui è venuto qua e mi ha chiamato. Sono contento, mi trovo molto bene, e sono felice che stasera siamo in tanti. E' un progetto importante, vogliamo fare bene e migliorarci, speriamo di riportare il Sassuolo in Europa League".

A Gianmarco Ferrari il compito di presentare i nuovi arrivati. 

E poi Domenico Berardi, che si prende gli auguri di Compleanno cantati da tutto il Ricci e fa un appello: "A chi voglio chiedere un regalo? Al Missile, voglio che resti qui con noi".

Finisce qui la presentazione, ora c'è la partita tra Prima Squadra e Primavera.