Primavera: al via la rivoluzione

 di Valentina Spezzani Twitter:  articolo letto 288 volte

Il 9 settembre inizierà il Campionato Primavera, il primo che vedrà realizzarsi la riforma che prevede una Primavera 1, girone unico a 16 squadre, e una Primavera 2, giocata dalle altre 26 divise in due gironi da 13.

I quattro club di A che partiranno dalla Primavera 2 sono Cagliari, Crotone (nona e undicesima nel girone C e con un ranking sportivo degli ultimi cinque anni più basso) e le due neopromosse Benevento e Spal. Il Verona partirà dalla categoria maggiore grazie alla prima squadra: il quarto posto nel girone A (con qualificazione ai playoff) non sarebbe stato sufficiente senza la promozione ottenuta da Pazzini e compagni.

L’organizzazione dei due campionati sarà divisa tra Lega Serie A, che si occuperà della Primavera 1, e Lega B, che si occuperà della Primavera 2. Al termine del campionato, previsto per il 19 maggio 2018, ci saranno play off e playout dal 26 al 31 maggio e poi la fase finale, che sarà una Final Four, non più una Final Eight, dal 5 al 9 giugno.

Sono state definite anche le date della Primavera TIM Cup 2017/2018 che scatterà il 2 settembre con il Turno Preliminare e terminerà con la finale in programma il 6 e il 13 aprile 2018.

Questa le squadre della Primavera 1:

Atalanta, Bologna, Chievo Verona, Fiorentina, Genoa, Hellas Verona, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Roma, Sampdoria, Sassuolo, Torino e Udinese.

Queste le squadre della Primavera 2 (che saranno divise in due gironi): 

Ascoli, Avellino, Bari, Benevento, Brescia, Cagliari, Carpi, Cesena, Cittadella, Cremonese, Crotone, Empoli, Foggia, Frosinone, Novara, Palermo, Parma, Perugia, Pescara, Pro Vercelli, Salernitana, Spal, Spezia, Ternana, Venezia, Entella.