C'è qualcuno là fuori?

 di Valentina Spezzani Twitter:  articolo letto 261 volte

Sono un giocatore di Serie A, ho 25 anni, tre buone stagioni alle spalle, cerco una nuova esperienza in cui mettermi in gioco. Non sono certo il profilo adatto a un top club, ma nemmeno uno che retrocederebbe volentieri in B. Cosa conta nella mia scelta? Sicuramente il volere della società che mi vende, che deve chiudere la trattativa alle proprie condizioni, poi l’ingaggio e la piazza, non sono uno che può permettersi San Siro o lo Juventus Stadium, ma una bella curva serve, dà stimoli e motivazioni, soprattutto se si galleggia a metà classifica.

Sassuolo cosa offre? Stipendio assicurato, verosimilmente una salvezza tranquilla, se va bene anche qualcosa in più, poche rotture di scatole ma…4800 abbonati, il numero più basso di tutta la categoria e, probabilmente, non un granchè nemmeno se ci si rapporta alla serie cadetta. Le ragioni? Lo stadio è lontano, dicono alcuni, come se chi abitasse a Milano potesse anche solo pensare di metterci meno di mezzora per arrivare al Meazza. I prezzi, rispondono altri, come se si potesse vedere il campionato di A al prezzo dell’eccellenza. I risultati della scorsa stagione non sono stati brillanti, l’osservazione di qualcuno che dimentica che si parla del Sassuolo e non del Barcellona e che, persino dopo la conquista dell’Europa League, gli abbonamenti sono calati. Il mercato non ha portato top player, si aggiunge, dimenticandosi che il club neroverde non ha le risorse per mantenerli ma, soprattutto, non ha l’appeal per attirarli, il motivo? Troppi ds da tastiera, allenatori da divano e pochi, pochissimi tifosi disposti a fare la loro parte per ricambiare una società che, non sarà stata sempre perfetta, ma in dieci anni è arrivata dalla B a calpestare l‘erba del San Mames di Bilbao. Insomma, per chiedere, bisognerebbe iniziare a dare. Nel caso qualcuno si svegliasse e capisse che avere la squadra della propria città di 40mila abitanti in Serie A dovrebbe rendere fieri e orgogliosi, c’è tempo fino al 15 settembre.