Nicola: "La classifica dice che la priorità è la solidità difensiva"

02.12.2018 18:19 di Valentina Spezzani Twitter:  articolo letto 180 volte

“Abbiamo affrontato una squadra che sapevamo essere molto organizzata, a cui piace giocare la palla, con una precisa identità di gioco, ben allenata, sapevamo sarebbe stata dura – dice Davide Nicola - Ho fatto sette allenamenti con questa squadra, se non ci si rende conto in che posizione di classifica siamo, non ci sente conto delle priorità, la priorità adesso è la solidità difensiva. A Roma siamo partiti da questo, durante l'ultima settimana abbiamo aggiunto qualcosa della mia filosofia di gioco. Non abbiamo fatto male ma per arrivare a quello che voglio io dobbiamo lavorare ancora molto. Dobbiamo cercare di crescere ma portando a casa qualcosa. Oggi abbiamo concesso due tiri in porta a una squadra molto qualitativa, poi ci sono state delle mischie e delle palle inattive, su cui il Sassuolo è una delle squadre che segna di più. Ora non ci possiamo permettere di essere schizzinosi. Rispetto alla partita con la Roma abbiamo cercato di alzare un po' il baricentro, abbiamo sprecato delle ripartenze. Serve ancora tempo, se non riesci a tenere certe ritmi per tutta la partita, allora li devi distribuire meglio nel corso dei 90'. Arriveremo a crescere, ma due partite consecutive senza subire gol non era mai accaduto e ci sono delle priorità, abbiamo avuto Roma e Sassuolo e ora arrivano Atalanta e Inter, dobbiamo cercare di raccogliere. La crescita è stata raccogliere punti anche in partite in cui non si poteva sovrastare l'avversario. Diventeremo più fluidi, più offensivi, ma bisognerà lavorare duramente come abbiamo fatto in queste due settimane”.

**riproduzione riservata