Bucchi: "Mercato? Spero che il nostro sia chiuso"

 di Valentina Spezzani Twitter:  articolo letto 211 volte

A poche settimane dal suo arrivo in neroverde, Cristian Bucchi è molto soddisfatto del percorso che il suo Sassuolo ha iniziato: "Amalgamarsi è stato molto semplice, soprattutto per merito del gruppo storico, diciamo dei vecchi, anche se lo sono solo nel senso che hanno una lunga militanza, sono talmente bravi che hanno fatto sentire a loro agio me e i nuovi arrivati, abbiamo lavorato bene, un ottimo ritiro - le parole del mister al giovedì neroverde - Sono contento che stasera ci sia stato il ritrovo di tutta la squadra con i nostri tifosi, che magari non saranno numericamente quelli di una grandissima piazza, ma danno grandissimo calore e ci supportano sempre, quindi li ringraziamo".

Bucchi è stato accolto benissimo dall'ambiente neroverde: "Dopo tanti anni con un allenatore come Di Francesco, che tra l'altro ha fatto benissimo, non era assolutamente scontato, quindi ringrazio i tifosi per avermi accolto così bene e di darmi questa fiducia, spero di ricambiarli con la squadra, di divertirci insieme durante le partite e di fare risultati".

Manca ancora parecchio alla chiusura del calciomercato: "Credo che il nostro sia chiuso e lo spero, l'obiettivo era trattenere i giocatori bravi che abbiamo, riuscire a farlo credo che sia il più grande successo, non mi mette premura il pensiero di chi potrà arrivare, ma il fatto che resti chi c'è oggi".

Sul suo modo di intendere il 4-3-3: "Ci stiamo lavorando e ci stiamo conoscendo, calcio offensivo non vuol dire che non ci sia equilibrio, che poi questo equilibrio sia nella metà campo avversaria, questo è un obiettivo che dobbiamo raggiungere, ma credo che la mentalità sia in quella direzione, è così da tanti anni qui e questo si sposa bene con quelle che sono le mie idee".